Configurare Zabbix su Debian

Da Guide@Debianizzati.Org.

Edit-clear-history.png Attenzione. Questa guida necessita di un controllo, per via del tempo trascorso dall'ultima verifica e delle versioni di Debian con cui è stata testata.

Debian-swirl.png Versioni Compatibili
Debian 6 "Squeeze"
Debian 7 "Wheezy"

Indice

Introduzione

Zabbix è un sistema enterprise open source che consente di monitorare le funzionalità e l’integrità dei server attraverso numerosi parametri di rete. Utilizza un meccanismo di notifica basato su mail che vengono inviate all’amministratore al verificarsi di determinati eventi e fornisce un ottimo sistema di reportistica dei dati raccolti accessibile tramite browser.
Zabbix può essere configurato per rilevare anomalie ai sistemi attraverso due modalità: polling (vengono interrogati ciclicamente tutti i server per verificare il loro stato) e trapping (il server informa Zabbix circa il verificarsi di una eccezione).
Zabbix offre un sistema di monitoraggio centralizzato. Tutte le informazioni relative alla configurazione e alle performance dei sistemi monitorati infatti vengono memorizzate in un database relazionale.

Prerequisiti

Per poter funzionare, Zabbix ha bisogno che sul server di installazione siano installati e configurati i seguenti software:

Installazione

L'installazione di Zabbix su Debian è semplice:

# apt-get install zabbix-server-mysql zabbix-frontend-php zabbix-agent

Lo script di installazione vi chiederà nell'ordine:

Terminate le domande della fase di configurazione, lo script inizierà il popolamento del nuovo database creato, di nome zabbix. Il popolamento impiega parecchio tempo prima di essere completato: non preoccupatevi e lasciatelo lavorare tranquillamente.

Creazione manuale del database

Mi è capitato che l'installer di Zabbix non configurasse correttamente il database. In caso accadesse è possibile farlo a mano.
Creiamo quindi il database e popoliamolo:

# mysql -uroot -p
mysql> create database zabbix character set utf8;
mysql> grant all privileges on zabbix.* to zabbix@localhost identified by 'zabbixpassword';
mysql> quit;
# cd /usr/share/zabbix-server-mysql/
# gunzip *.gz
# mysql -uzabbix -p zabbix < schema.sql
# mysql -uzabbix -p zabbix < images.sql
# mysql -uzabbix -p zabbix < data.sql


Al termine del popolamento del database, il server Zabbix è già pronto per essere utilizzato e può essere raggiunto all'indirizzo:

http://ip.del.vostro.server/zabbix

Le credenziali per effettuare il primo login sono:

Configurazione di PHP

Zabbix ha bisogno di apportare alcune modifiche alla configurazione di PHP. Modifichiamo quindi il file di configurazione:

# nano /etc/php5/apache2/php.ini

e cerchiamo:

post_max_size = 8M

da sostituire con:

post_max_size = 16M

Cercate:

max_execution_time = 30

da sostituire con:

max_execution_time = 300

Cercate:

max_input_time = 60

da sostituire con:

max_input_time = 300

Cercate:

;date.timezone =

da sostituire con:

date.timezone = "Europe/Rome"

In caso vi serva configurare una timezone diversa potete consultare il sito: http://php.net/date.timezone.

Configurazione dell'interfaccia web

Copiamo il file di configurazione di Zabbix nella directory di configurazione di Apache:

# cp /usr/share/doc/zabbix-frontend-php/examples/apache.conf /etc/apache2/conf.d/zabbix.conf
# a2enmod alias
# /etc/init.d/apache2 restart

Copiamo il file di configurazione di Zabbix nella directory di configurazione:

# cp /usr/share/doc/zabbix-frontend-php/examples/zabbix.conf.php.example /etc/zabbix/zabbix.conf.php

e aggiorniamo i dettagli di connessione al database in /etc/zabbix/zabbix.conf.php

$DB['DATABASE'] = 'zabbix';
$DB['USER'] = 'zabbix';
$DB['PASSWORD'] = 'zabbixpassword';

Limitazione dell'accesso a Zabbix

Se avete installato Zabbix su un server accessibile da web e volete ridurre il range di indirizzi IP dai quali poter accedere, modificate il file:

# nano /etc/apache2/conf.d/zabbix.conf

come segue:


# Define /zabbix alias, this is the default
<IfModule mod_alias.c>
    Alias /zabbix /usr/share/zabbix
</IfModule>

<Directory /usr/share/zabbix>
        Options +FollowSymLinks
        AllowOverride None
        order deny,allow
        deny from all
        allow from 10.0.0.0/24
        allow from 192.168.90.0/24
</Directory>

In questo modo solo gli IP compresi nelle sottoreti 10.0.0.0 e 192.168.90.0 potranno accedere alla pagina di login di Zabbix.

Avvio del server

Come ultima cosa occorre rendere automatico l'avvio del server Zabbix:

# nano /etc/default/zabbix-server

cambiando la riga:

#START=no
START=yes

e riavviare il server:

# /etc/init.d/zabbix-server restart

Utilizzo

Effettuiamo il login, quindi andiamo in Configuration > Hosts e scegliamo Create host. Digitiamo l'indirizzo IP del client da monitorare e il suo hostname, e selezioniamo un gruppo di monitoraggio. Quindi salviamo la configurazione e iniziamo il monitoraggio del nostro server.




Guida scritta da: Ferdybassi 16:01, 2 apr 2011 (CEST)

Swirl-auth40.png Debianized 40%

Estesa da:
Verificata da:
risca 19:55, 20 mag 2014 (CEST)

Verificare ed estendere la guida | Cos'è una guida Debianized

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Risorse
Strumenti