Apt-cache

Da Guide@Debianizzati.Org.

APT
Arrow left.png

Gestori di pacchetti

Comandi utili

Configurazione del sistema

Altro

Arrow right.png



Debian-swirl.png Versioni Compatibili
Tutte le versioni supportate di Debian

Indice

Introduzione

apt-cache è un comando per effettuare ricerche e visualizzare informazioni sui pacchetti, ed è quello maggiormente utilizzato allo scopo. Non apporta modifiche al sistema e pertanto non richiede alcun privilegio di amministrazione.

Fa parte del pacchetto apt, assieme per esempio a:

Comandi principali

search
$ apt-cache search stringa

Cerca la stringa nel nome e nella descrizione di tutti i pacchetti, installati e non.

È possibile specificare più stringhe, in tal caso saranno restituiti soltanto i risultati che le contengono tutte:

$ apt-cache search stringa1 stringa2 ...

Con l'opzione --names-only (abbreviata: -n) la ricerca è ristretta soltanto ai nomi dei pacchetti, ignorando le loro descrizioni:

$ apt-cache -n search stringa

Alternativamente si possono usare le espressioni regolari ("^" e "$" per inizio e fine stringa, "." per sostituire un singolo carattere qualsiasi, ".*" per un numero qualsiasi di caratteri, ecc... ). Per esempio per cercare tutti i pacchetti che iniziano con prefisso (con l'opzione -n per ignorare le descrizioni):

$ apt-cache -n search "^prefisso"
Info.png Stato di installazione dei pacchetti (installati, configurati, errori, ...)
La ricerca sui soli nomi dei pacchetti è il comportamento di default con aptitude. Rispetto a quest'ultimo con apt-cache mancano però informazioni sullo stato dei pacchetti, che in parte possono essere ottenute con la ricerca di dpkg, effettuata su tutti i pacchetti precedentemente installati:
$ dpkg -l "*stringa*"

Per lo stato di installazione (manuale o automatica) è invece necessario ricorrere ad apt-mark.


Con l'opzione --full (abbreviata: -f), utile una volta ristretti il numero di risultati con più stringhe di ricerca, si mostrano tutti i campi di ciascun pacchetto ricercato, anziché soltanto il nome e la descrizione breve. Basta ripetere l'ultimo comando (premendo Freccia Su dal terminale) aggiungendo -f:

$ apt-cache search stringa1 stringa2 ... -f
show
$ apt-cache show nomepacchetto

Visualizza informazioni su di un dato pacchetto, in particolare la descrizione, la sua versione e le sue dipendenze.

Se sono presenti più versioni, il comando è eseguito per tutte quelle disponibili, mentre per mostrare solo quella di default è necessaria l'opzione --no-all-versions.

Anche questo comando accetta delle espressioni regolari, se sono usati dei caratteri speciali nel nome del pacchetto:

$ apt-cache show "pattern con caratteri speciali"

Per esempio, per visualizzare le informazioni di tutti i pacchetti il cui nome inizia con prefisso e contiene una data sottostringa (senza richiedere che il nome termini con essa):

$ apt-cache show "^prefisso.*sottostringa"
policy
$ apt-cache policy

Senza argomenti mostra le priorità delle sorgenti di tutti i repository, tenendo conto del pinning anche in relazione a singoli pacchetti. Le priorità sono assegnate ai pacchetti soltanto in presenza di pinning e in base alla sua configurazione.

Invece con uno o più argomenti mostra le priorità di tutte le versioni disponibili dei pacchetti scelti, mostrando inoltre se sono stati installati ed eventualmente da quale repository:

$ apt-cache policy nomepacchetto

Come per i comandi precedenti, sono supportate le espressioni regolari. Per esempio per eseguire il comando su tutti i pacchetti il cui nome inizia con prefisso e termina con suffisso:

$ apt-cache policy "^prefisso.*suffisso$"

Espressioni regolari

apt-cache supporta le espressioni regolari estese, che sono molto più avanzate dei shell pattern (le espansioni supportate dalla shell per i caratteri jolly *, ? e [...]) utilizzati da dpkg e apt. Inoltre in tutte le espressioni regolari è necessario specificare il carattere di inizio stringa ^ oppure quello di fine stringa $ se non si intende considerare il proprio pattern una sottostringa da ricercare in una più estesa.

Per maggiori informazioni sui pattern permessi si può consultare il manuale di grep sulle espressioni regolari estese (man grep).

Altri comandi

Non tutti i comandi presentati in questa sezione supportano le espressioni regolari, e in genere ricoprono comunque scarsa utilità per via delle informazioni più specifiche restituite, per cui non sono discusse come per quelli principali.

madison
$ apt-cache madison nomepacchetto

È simile ad apt-cache policy, ma richiede sempre un argomento, volendo anche un pattern. L'output è in forma tabellare, comprensivo anche dei repository dei sorgenti, ma senza l'indicazione della versione installata.

pkgnames
$ apt-cache pkgnames prefissopacchetto

Lista tutti i nomi di pacchetti esistenti, il cui nome inizia con la stringa scelta. Non supporta pattern, né espressioni regolari.

showpkg
$ apt-cache showpkg nomepacchetto

Visualizza informazioni su tutte le versioni disponibili di un pacchetto, in particolare le sue dipendenze dirette e inverse.

showsrc
$ apt-cache showsrc nomepacchetto

Visualizza informazioni su tutte le versioni disponibili di un pacchetto sorgente, in particolare le dipendenze necessarie per la sua compilazione e i checksum degli archivi.

depends
$ apt-cache depends nomepacchetto

Visualizza le dipendenze dirette (richieste, raccomandate e suggerite) di un dato pacchetto.

È possibile restringere la ricerca alle sole dipendenze dirette richieste con l'opzione --important (abbreviata: -i):

$ apt-cache -i depends nomepacchetto

Oppure visualizzare un risultato limitato ai soli pacchetti installati attraverso l'utilizzo dell'opzione --installed. Ad esempio:

$ apt-cache --installed depends nomepacchetto
rdepends
$ apt-cache rdepends nomepacchetto

Visualizza le dipendenze inverse (richieste, raccomandate e suggerite) di un pacchetto, ossia i pacchetti che dipendono da esso.

E per restringere alle sole dipendenze inverse richieste:

$ apt-cache -i rdepends nomepacchetto

Anche per "rdepends", come per "depends", è possibile utilizzare l'opzione --installed:

$ apt-cache --installed rdepends nomepacchetto
unmet
$ apt-cache unmet nomepacchetto

Visualizza tutte le dipendenze non soddisfatte di un dato pacchetto.

Viene inclusa anche un'informazione sulla possibilità che un pacchetto possa sostituire o meno altri pacchetti (Replaces), che è solo un'eventualità in presenza di quei pacchetti prima dell'installazione, quindi in genere questo comando è utile abbinato all'opzione --important/-i, per restringere la selezione alle sole dipendenze richieste:

$ apt-cache -i unmet nomepacchetto
dumpavail
$ apt-cache dumpavail

Visualizza le informazioni su tutti i pacchetti disponibili. È un comando utile per importare tali informazioni con altri programmi, come dpkg, per esempio per programmare installazioni di pacchetti che non erano mai presenti nel sistema o di cui si è rimossa ogni traccia. Non ha altri utilizzi.

stats
$ apt-cache stats

Mostra statistiche su APT: il numero totale di pacchetti disponibili su Debian, quanti sono quelli virtuali, il numero di versioni, quello di dipendenze, ecc...

Manpages

man apt-cache




Guida scritta da: HAL 9000 12:29, 20 apr 2015 (CEST)

Swirl-auth40.png Debianized 40%

Estesa da:
Verificata da:
S3v 12:37, 12 lug 2015 (CEST)

Verificare ed estendere la guida | Cos'è una guida Debianized

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Risorse
Strumenti