Impedire l'aggiornamento di un pacchetto

Da Guide@Debianizzati.Org.

Debian-swirl.png Versioni Compatibili
Tutte le versioni supportate di Debian

Indice

Introduzione

A volte per motivi di affidabilità o stabilità è necessario mantenere una specifica versione di un pacchetto precedentemente installato.

Lo scopo di questa guida è proprio quello di congelare gli aggiornamenti di un pacchetto in modo da poter tranquillamente eseguire un apt-get upgrade senza aver timore di compromettere il nostro sistema.
È importante sottolineare che lo status di "hold" di un pacchetto non si applicherà alle sue dipendenze e che potrebbe impedire l'aggiornamento di altre applicazioni da esso dipendenti se queste richiedono l'aggiornamento del pacchetto bloccato ad una versione successiva a quella installata.

Per marcare un pacchetto come "hold" sono possibili diverse strade: apt-mark, aptitude, dpkg (sconsigliato).

apt-mark

Questo programma è fornito con la suite apt, per cui è sufficiente un:

# apt-mark hold nomepacchetto/i

per contrassegnare come "hold" uno o più pacchetti.
Ad esempio con:

# apt-mark hold vrms xorg

si impedirà l'aggiornamento del pacchetto vrms e del metapacchetto xorg .

Per sbloccare il/i pacchetto/i:

# apt-mark unhold nomepacchetto/i

Per visualizzare la lista dei pacchetti con status "hold":

# apt-mark showhold

Apt-mark è un wrapper di "dpkg --set-selections", per cui il file su cui opera è /var/lib/dpkg/status . In questo file, lo status di "hold" è evidenziato dalla seguente riga:

Status: hold ok installed

aptitude

Per marcare uno o più pacchetti come "hold", il comando è:

# aptitude hold nomepacchetto/i

Per rimuovere lo stato di "hold":

# aptitude unhold nomepacchetto/i

Per visualizzare la lista dei pacchetti bloccati:

# aptitude search ~ahold

Notare che aptitude ha un proprio file in cui è conservato lo stato di "hold" dei pacchetti, /var/lib/aptitude/pkgstates, per cui potrebbe capitare di marcare un pacchetto come "hold" ma senza che apt-get se ne accorga.
Lo status di "hold" per il pacchetto sarà contrassegnato, all'interno di questo file, da:

...
State: 2
...

Si consiglia questo metodo solo se si utilizza esclusivamente 'aptitude'. In caso si utilizzi anche 'apt-get', ricorrere ad apt-mark per evitare di imbattersi in comportamenti imprevisti.

dpkg

Warning.png ATTENZIONE
Le operazioni che verranno descritte sono pericolose e potenzialmente nefaste per l'intero sistema nel caso in cui si commettessero errori durante la modifica dei file o nel caso in cui gli editor utilizzati manifestassero problemi di salvataggio.

Utilizzare "apt-mark" che, essendo un wrapper agli esatti comandi qui descritti, permette di compiere l'operazione in tutta sicurezza.


Con dpkg, si esporta la lista dei pacchetti selezionati:

# dpkg --get-selections > selections.txt

Poi si modifica il file risultante selections.txt, cambiando la linea contenente il nome del pacchetto che si vuole tenere in "hold", per esempio nel caso di mysql-server, da questo:

mysql-server install

a quest'altro:

mysql-server hold

Successivamente si salva il file, e ricarica il tutto dentro il database di dpkg con:

# dpkg --set-selections < selections.txt

Dowgrade di un pacchetto

Nel caso si abbia la necessità di dover utilizzare un pacchetto ad una versione precedente a quella attualmente utilizzata, è possibile effettuare un downgrade.

Pinning

I metodi descritti in precedenza sono equivalenti all'utilizzo di una configurazione di pinning per il pacchetto con "Pin-Priority: -1" (o qualunque altro numero negativo).




Guida scritta da: Keltik

Swirl-auth60.png Debianized 60%

Estesa da:
Verificata da:
S3v 22:15, 12 mar 2014 (CET)
HAL 9000 11:15, 31 ago 2014 (CEST)

Verificare ed estendere la guida | Cos'è una guida Debianized

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Risorse
Strumenti