Differenze tra le versioni di "Old:NFS: Networking FileSystem tramite nfs-user-server"

Da Guide@Debianizzati.Org.
Jump to navigation Jump to search
 
Riga 2: Riga 2:
  
  
Per far comunicare due macchine Linux, possibile in diversi metodi: il modo veloce per fare tutto , utilizzare NFS per mettere in condivisione una particolare directory del filesystem ad altri client.<br>
+
Per far comunicare due macchine Linux, è possibile in diversi metodi: il modo più veloce per fare tutto ciò, è utilizzare NFS per mettere in condivisione una particolare directory del filesystem ad altri client.<br>
Di seguito descritta una semplice procedura per configurare ed avviare il daemon di nfs sul server e per istruire il client a raggiungere la directory esportata: questa non vuole essere una guida esaustiva ad nfs, ma solo una breve descrizione di come risolvere velocemente lo scambio di dati tra macchiine linux.
+
Di seguito è descritta una semplice procedura per configurare ed avviare il daemon di nfs sul server e per istruire il client a raggiungere la directory esportata: questa non vuole essere una guida esaustiva ad nfs, ma solo una breve descrizione di come risolvere velocemente lo scambio di dati tra macchiine linux.
  
  
 
'''[Impostazione del Server]'''<br>
 
'''[Impostazione del Server]'''<br>
 
Dopo aver installato con apt-get i pacchetti '''nfs-user-server''' (un linux daemon che lavora in userspace) e '''portmap''', bisogna modificare il file '''/etc/exports''' (in caso esso non esista, bisogna crearlo) aggiungendo una riga per ogni directory che si vuole esportare.<br>
 
Dopo aver installato con apt-get i pacchetti '''nfs-user-server''' (un linux daemon che lavora in userspace) e '''portmap''', bisogna modificare il file '''/etc/exports''' (in caso esso non esista, bisogna crearlo) aggiungendo una riga per ogni directory che si vuole esportare.<br>
Un esempio di entry per il file export essere:
+
Un esempio di entry per il file export può essere:
  
 
<pre>/mnt/Data/download 192.168.2.3 (rw)</pre>  
 
<pre>/mnt/Data/download 192.168.2.3 (rw)</pre>  
Riga 14: Riga 14:
  
 
in cui
 
in cui
*    '''/mnt/Data/download'''      la directory da esportare;
+
*    '''/mnt/Data/download'''      è la directory da esportare;
*    '''192.168.2.3'''      il client che raggiungere la directory in questione;
+
*    '''192.168.2.3'''      è il client che può raggiungere la directory in questione;
 
*    '''(rw)'''      sono le opzioni impostabili ('''rw''':permessi di scrittura/lettura);
 
*    '''(rw)'''      sono le opzioni impostabili ('''rw''':permessi di scrittura/lettura);
  
E' possibile definire in modo granulare gli accessi utilizzando i file /etc/host.access e /etc/host.denied, ma per un uso basilare di nfs non necessario applicare alcuna modifica.
+
E' possibile definire in modo più granulare gli accessi utilizzando i file /etc/host.access e /etc/host.denied, ma per un uso basilare di nfs non è necessario applicare alcuna modifica.
  
  
Riga 28: Riga 28:
  
 
in cui
 
in cui
*    '''192.168.2.2:/mnt/Data/download'''    la url completa della directory da raggiungere (sintassi, ip:path);
+
*    '''192.168.2.2:/mnt/Data/download'''    è la url completa della directory da raggiungere (sintassi, ip:path);
*    '''/mnt/nfs'''  la directory dove si vuole montare il device (la directory deve essere stata creata precendentemente);
+
*    '''/mnt/nfs'''  è la directory dove si vuole montare il device (la directory deve essere stata creata precendentemente);
 
*    '''nfs'''    identifica il tipo di filesystem da usare (in questo caso nfs, filesystem di rete);
 
*    '''nfs'''    identifica il tipo di filesystem da usare (in questo caso nfs, filesystem di rete);
 
*    '''rw,users,noauto'''    sono i flag di mount del device (rw: permessi di scrittura/lettura, users: device montabile e smontabile dai vari user, noauto: device da non avviare automaticamente al boot del sistema);
 
*    '''rw,users,noauto'''    sono i flag di mount del device (rw: permessi di scrittura/lettura, users: device montabile e smontabile dai vari user, noauto: device da non avviare automaticamente al boot del sistema);

Versione delle 10:41, 14 mag 2005

Come creare una directory shared tra macchine linux (nfs, acronimo di Network File System)

Per far comunicare due macchine Linux, è possibile in diversi metodi: il modo più veloce per fare tutto ciò, è utilizzare NFS per mettere in condivisione una particolare directory del filesystem ad altri client.
Di seguito è descritta una semplice procedura per configurare ed avviare il daemon di nfs sul server e per istruire il client a raggiungere la directory esportata: questa non vuole essere una guida esaustiva ad nfs, ma solo una breve descrizione di come risolvere velocemente lo scambio di dati tra macchiine linux.


[Impostazione del Server]
Dopo aver installato con apt-get i pacchetti nfs-user-server (un linux daemon che lavora in userspace) e portmap, bisogna modificare il file /etc/exports (in caso esso non esista, bisogna crearlo) aggiungendo una riga per ogni directory che si vuole esportare.
Un esempio di entry per il file export può essere:

/mnt/Data/download 192.168.2.3 (rw)


in cui

  • /mnt/Data/download è la directory da esportare;
  • 192.168.2.3 è il client che può raggiungere la directory in questione;
  • (rw) sono le opzioni impostabili (rw:permessi di scrittura/lettura);

E' possibile definire in modo più granulare gli accessi utilizzando i file /etc/host.access e /etc/host.denied, ma per un uso basilare di nfs non è necessario applicare alcuna modifica.


[Impostazione del Client]
Bisogna innanzitutto installare nfs-common con apt-get, e successivamente modificare il proprio /etc/fstab, aggiungendo una entry relativa alla directory che si vuole raggiungere via nfs; ad esempio:

192.168.2.2:/mnt/Data/download  /mnt/nfs nfs rw,noauto   0   0


in cui

  • 192.168.2.2:/mnt/Data/download è la url completa della directory da raggiungere (sintassi, ip:path);
  • /mnt/nfs è la directory dove si vuole montare il device (la directory deve essere stata creata precendentemente);
  • nfs identifica il tipo di filesystem da usare (in questo caso nfs, filesystem di rete);
  • rw,users,noauto sono i flag di mount del device (rw: permessi di scrittura/lettura, users: device montabile e smontabile dai vari user, noauto: device da non avviare automaticamente al boot del sistema);
  • 0 0 sono i flag relativi al check del device da parte dei programmi di controllo della coerenza del filesystem.

A questo punto basta un semplice

$mount /mnt/nfs

per poter usare normalmente la share nfs, come una normale directory del sistema.

Autore: Ldonesty