Differenze tra le versioni di "Amministrazione grafica delle "Alternatives""

Da Guide@Debianizzati.Org.
Jump to navigation Jump to search
Riga 1: Riga 1:
 
{{Stub}}
 
{{Stub}}
  
 +
== Introduzione ==
  
Spunto e traduzione da [http://www.debian-administration.org/articles/480 www.debian-administration.org]
+
Capita che, dopo l'installazione o rimozione o aggiornamento del software, gli [http://guide.debianizzati.org/index.php/Alternatives alternatives] si riconfigurino, sovrascrivendo la precedente configurazione.
  
A quanti di voi è capitato dopo qualche aggiornamento o pulizia di ritrovare gli [[alternatives]] ('''/etc/alternatives''') incasinati? (come per esempio dopo il fork di ''firefox'' con ''iceweasel'')
+
Gli amanti del terminale possono usufruire di questo comando:
  
La via più semplice sarebbe di usare update-alternatives:
 
 
<pre>update-alternatives --config [package]</pre>
 
<pre>update-alternatives --config [package]</pre>
  
Mettiamo il caso che non vi ricordiate quale pacchetto sia incasinato, oppure vogliate controllare quale sia la attuale configurazione delle alternative, un utente linux con esperienza si mette lì quei 20 minuti a controllare i vari link e i file, ma cosa fare se si è inesperti?
+
Chi invece non ha molta dimestichezza con la riga di comando può ricorrere a due software grafici: [http://packages.debian.org/galternatives  galternatives] oppure [http://kde-apps.org/content/show.php/Kalternatives?content=16016 kalternatives], rispettivamente per gnome e per kde.
  
La soluzione è [http://packages.debian.org/galternatives  galternatives], ed è grafica:
+
 
 +
== Installazione ==
 +
Per installare, è sufficiente dare uno dei due comandi, in base a quale dei due programmi si vuole installare:
  
 
<pre>apt-get install galternatives</pre>
 
<pre>apt-get install galternatives</pre>
  
Adesso potete sfruttare tutta la potenza di ''alternatives'' via graziosi menu e bottoncini colorati senza dover diventare matti sulla console.
+
<pre>apt-get install kalternatives</pre>
 +
 
 +
 
 +
Ora è possibile amministrare graficamente gli alternatives, senza scervellarsi col terminale.
 +
 
  
[[Utente:Abortigeno|q&#91;^c^]p]] 20:24, 18 Gen 2007 (CST)
 
 
----
 
----
[[Categoria:Da Adottare]]
+
 
 +
--[[Utente:Ernestus|Ernestus]] 15:26, 18 feb 2011 (CET)
 +
 
 
[[Categoria:Ottimizzazione del sistema]]
 
[[Categoria:Ottimizzazione del sistema]]

Versione delle 14:26, 18 feb 2011

Document-page-setup.png Attenzione: questo articolo è ancora incompleto e in fase di scrittura da parte del suo autore.

Sentitevi liberi di contribuire, proponendo modifiche alla guida tramite l'apposita pagina di discussione, in modo da non interferire con il lavoro portato avanti sulla voce. Per altre informazioni si rimanda al template.



Introduzione

Capita che, dopo l'installazione o rimozione o aggiornamento del software, gli alternatives si riconfigurino, sovrascrivendo la precedente configurazione.

Gli amanti del terminale possono usufruire di questo comando:

update-alternatives --config [package]

Chi invece non ha molta dimestichezza con la riga di comando può ricorrere a due software grafici: galternatives oppure kalternatives, rispettivamente per gnome e per kde.


Installazione

Per installare, è sufficiente dare uno dei due comandi, in base a quale dei due programmi si vuole installare:

apt-get install galternatives
apt-get install kalternatives


Ora è possibile amministrare graficamente gli alternatives, senza scervellarsi col terminale.



--Ernestus 15:26, 18 feb 2011 (CET)