Installare Debian da pendrive USB o SD card

Da Guide@Debianizzati.Org.

(Differenze fra le revisioni)
m
Riga 69: Riga 69:
:[[Utente:S3v|S3v]] 11:37, 30 giu 2012 (CEST)
:[[Utente:S3v|S3v]] 11:37, 30 giu 2012 (CEST)
:[[Utente:Wtf|Wtf]]
:[[Utente:Wtf|Wtf]]
-
|Numero_revisori=2
+
:[[Utente:Achille cotone|Achille cotone]]
 +
|Numero_revisori=3
}}
}}
[[Categoria:Installazione]]
[[Categoria:Installazione]]

Versione delle 14:14, 6 mag 2013

Installazione
Arrow left.png

Preparazione

Procedura generale

Casi specifici

Altro

Arrow right.png



Debian-swirl.png Versioni Compatibili
Tutte le versioni supportate di Debian

Indice

GNU/Linux

Metodo 1

A partire da Debian 6.0 (Squeeze), la procedura di boot da dispositivo USB o SSD card è stata ulteriormente semplificata. Questo consentirà, a chi volesse installare Debian, di impartire un unico comando per la creazione di un dispositivo (USB o SSD card) bootabile.
Quello che verrà descritto è il metodo più veloce, facile e consigliato per installare Debian da questi dispositivi; per applicarlo è necessario già avere Debian (o altra distribuzione) installata sul proprio sistema.

È sufficiente scaricare un'immagine .iso (primo CD/DVD, netinst o business-card, vedi la guida Installare Debian), accertarsi che il dispositivo non sia montato e che la sua capacità sia tale da contenere l'immagine. Quindi basta un:

# dd if=/path/dell/immagine/nome_immagine.iso of=/dev/sdb

e ritrovarsi una pendrive USB o una scheda SSD bootabile per installare Debian.

Warning.png ATTENZIONE
Il precedente esempio riguarda una pendrive riconosciuta come "sdb". Accertatevi di inserire il device corretto poiché il precedente comando cancella ogni dato presente sul dispositivo.

Utilizzare il comando:

# fdisk -l 

per dissipare eventuali dubbi.


Warning.png ATTENZIONE
Usando questo metodo ibrido, può succedere che il supporto USB sia memorizzato come CD/DVD per cui dopo l'installazione si riceve un errore nel riconoscimento dei supporti USB, per risolvere: editare il file /etc/fstab.
# nano /etc/fstab 

ed eliminare la riga relativa al pseudo CD/DVD. Facendo ciò i supporti USB verranno riconosciuti correttamente


Metodo 2

Info.png Nota
La seguente descrizione è obsoleta benché ancora funzionante. È consigliato utilizzare il primo metodo.


Requisiti

Prima di intraprendere i successivi passi, accertarsi che le seguenti condizioni siano soddisfatte:

File necessari

Per installare, ad esempio, una netinst, serve aver scaricato un file necessario a rendere bootabile la pendrive USB (o la SSD card) e la iso netinstall. Entrambi devono essere compatibili con l'architettura del proprio sistema (i386, amd64 etc.)

Squeeze (i386)
boot.img.gz
netinst.iso
Squeeze (amd64)
boot.img.gz
netinst.iso

Installazione

Dopo aver eseguito il download dei file necessari, accertatevi che il dispositivo non sia montato, quindi eseguire:

# zcat boot.img.gz > /dev/sdb

se è stato riconosciuta come "sdb", altrimenti inserire il device appropriato.

Warning.png ATTENZIONE
Accertatevi di inserire il device corretto poiché il precedente comando cancella ogni dato presente sul dispositivo.

Utilizzare il comando:

# fdisk -l 

per dissipare eventuali dubbi.


Per finire non resta altro che copiare l'immagine .iso sulla pendrive.

Altri Sistemi Operativi

Per creare una pendrive USB o una SSD card bootabile utilizzando altri sistemi operativi, è necessario far ricorso a programmi appositi. In giro per la Rete se ne trovano tanti e molti sono anche gratuiti.
Uno di questi potrebbe essere, ad esempio, UNetbootin. Il programma è rilasciato sotto licenza GPL ed è prelevabile e utilizzabile gratuitamente su piattaforme GNU/Linux, Windows e MAC.




Guida scritta da: Fr4nc3sc0

Swirl-auth80.png Debianized 80%

Estesa da:
S3v 11:37, 30 giu 2012 (CEST) (Altri S.O.)
Verificata da:
S3v 11:37, 30 giu 2012 (CEST)
Wtf
Achille cotone

Verificare ed estendere la guida | Cos'è una guida Debianized

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Risorse
Strumenti