Installare Debian da pendrive USB o SD card

Da Guide@Debianizzati.Org.

(Differenze fra le revisioni)
(aggiornamento URL)
(Eliminato metodo due + altri s.o.)
Riga 4: Riga 4:
}}
}}
{{Versioni compatibili}}
{{Versioni compatibili}}
-
 
+
= GNU/Linux =
== Metodo 1 ==
== Metodo 1 ==
A partire da Debian 6.0 (Squeeze), la procedura di boot da dispositivo USB è stata ulteriormente semplificata. Questo consentirà, a chi volesse installare Debian, di impartire un unico comando per la creazione di una pendrive bootabile.<br/>
A partire da Debian 6.0 (Squeeze), la procedura di boot da dispositivo USB è stata ulteriormente semplificata. Questo consentirà, a chi volesse installare Debian, di impartire un unico comando per la creazione di una pendrive bootabile.<br/>
Riga 20: Riga 20:
</pre>
</pre>
per dissipare eventuali dubbi.}}
per dissipare eventuali dubbi.}}
-
 
{{Warningbox | Usando questo metodo ibrido, può succedere che il supporto USB sia memorizzato come CD/DVD per cui dopo l'installazione si riceve un errore nel riconoscimento dei supporti USB, per risolvere: editare il file /etc/fstab.<br/>
{{Warningbox | Usando questo metodo ibrido, può succedere che il supporto USB sia memorizzato come CD/DVD per cui dopo l'installazione si riceve un errore nel riconoscimento dei supporti USB, per risolvere: editare il file /etc/fstab.<br/>
Riga 30: Riga 29:
==Metodo 2==
==Metodo 2==
-
=== Intro ===
+
{{Box|Nota|La seguente descrizione è obsoleta benché ancora funzionante. È consigliato utilizzare il primo metodo.}}
-
La seguente guida mostra come installare d-i su supporto USB.
+
-
Si considererà:
 
-
# Dispositivo USB in <code>/dev/sdb</code> e montato in <code>/media/disk</code>
 
-
# Architettura x86
 
-
# Debian stabile (Squeeze)
 
-
 
-
 
-
{{Box | Nota |Questo howto si basa sul metodo riportato sulla guida ufficiale che trovate a questo link [http://d-i.alioth.debian.org/manual/en.i386/ch04s03.html] introducendo alcune variazioni:
 
-
# File ordinati in sottodirectory nella radice del supporto USB.
 
-
# Si mette in evidenza la necessità di avere i firmware mancanti.
 
-
# Si accenna alla possibilità del repository locale.}}
 
-
 
-
=== Preparazione del supporto USB ===
 
-
Occorre creare una partizione fat32 avviabile sul supporto USB, tale partizione deve essere la prima e primaria, per tale fine si possono usare tools come gparted o cfdisk in alternativa alle seguente operazioni
 
-
 
-
{{ Warningbox | Tutti i dati sul supporto USB verranno persi }}
 
-
 
-
<pre>
 
-
# aptitude install mbr parted
 
-
# umount /media/disk
 
-
# dd if=/dev/zero of=/dev/sdb count=512 bs=1
 
-
# install-mbr --force /dev/sdb
 
-
# parted /dev/sdb mkpartfs primary fat32
 
-
# Start? 0                                                                 
 
-
# End? -1
 
-
# parted /dev/sdb set 1 boot on
 
-
</pre>
 
-
 
-
=== Installazione del bootloader ===
 
-
 
-
<pre>
 
-
# aptitude install syslinux
 
-
# syslinux /dev/sdb1
 
-
</pre>
 
-
 
-
=== Installazione della netinst ===
 
-
Il debian-installer (d-i) è concepito per funzionare su cd/dvd, per farlo funzionare da USB si ricorre ad un loader che caricherà l'immagine iso.
 
-
 
-
<pre>
 
-
# cd /tmp
 
-
# wget http://ftp.nl.debian.org/debian/dists/squeeze/main/installer-i386/current/images/hd-media/boot.img.gz
 
-
# gunzip boot.img.gz
 
-
# mkdir img /media/disk/syslinux /media/disk/netinst /media/disk/firmware
 
-
# mount boot.img img -t vfat -o loop
 
-
# cp -r img/* /media/disk/syslinux
 
-
# umount img
 
-
# cd /media/disk/syslinux
 
-
# mv *.gz ../netinst
 
-
# mv linux ../netinst
 
-
</pre>
 
-
 
-
Poiché vengono copiati i file <code>linux</code> e <code>initrd</code> nella sottodirectory <code>/netinst</code>, modificando la loro posizione originaria, occorre modificare il loro PATH nel file di configurazione del bootloader, si ricorre al comando ''sed'' per tale semplice sostituzione.
 
-
<pre>
 
-
# sed -i "s/linux/\/netinst\/linux/g" *.cfg
 
-
# sed -i "s/initrd.gz/\/netinst\/initrd.gz/g" *.cfg
 
-
# sed -i "s/initrdg.gz/\/netinst\/initrdg.gz/g" *.cfg
 
-
</pre>
 
-
 
-
In fine si scarica l'immagine netinst:
 
-
<pre>
 
-
# cd /media/disk/netinst
 
-
# wget http://cdimage.debian.org/debian-cd/current/i386/iso-cd/debian-6.0.5-i386-netinst.iso
 
-
</pre>
 
-
 
-
Notare che la versione nell'URL potrebbe cambiare, fare riferimento a http://www.debian.org/CD/netinst/
 
-
 
-
d-i hd-media [http://www.id.debian.org/releases/stable/i386/ch04s03.html.it]
 
-
 
-
=== Installazione dei firmware mancanti ===
 
-
Si tratta di firmware proprietari non compresi nel d-i.
 
-
 
-
<pre>
 
-
# cd /media/disk/
 
-
# wget http://cdimage.debian.org/cdimage/unofficial/non-free/firmware/squeeze/current/firmware.tar.gz
 
-
# tar -xf firmware.tar.gz -C firmware
 
-
# rm firmware.tar.gz
 
-
</pre>
 
-
 
-
info [http://www.debian.org/releases/stable/i386/ch06s04.html.it]
 
-
 
-
=== Repository locale ===
 
-
 
-
{{ Warningbox | Questa sezione è OPZIONALE }}
 
-
 
-
Si costruisce un trivial repository di pacchetti non compresi nel d-i.
 
-
 
-
<pre>
 
-
# cd /media/disk
 
-
# mkdir -p local-repository/binary
 
-
# cd local-repository/binary
 
-
</pre>
 
-
È sconsigliato crearsi un pool di pacchetti scaricandoli con aptitude o un altro gestore in quanto facendo il download del singolo pacchetto non si risolvono eventuali problemi di dipendenze.
 
-
 
-
{{Box | Nota |Durante la creazione di una Debian live con live-helper, tutti i pacchetti scaricati vengono messi in cache, questi costituiscono
 
-
un pool ideale per un repository locale da mettere su USB [http://guide.debianizzati.org/index.php/DebianLive_su_usb_installabile]}}
 
-
 
-
A titolo di esempio, per avere ''mc'' occorre scaricare anche le sue dipendenze
 
-
 
-
<pre>
 
-
# aptitude download mc libpcre3 libgpm2 libglib2.0-data libglib2.0-0 bzip2 arj unzip lynx lynx-cur dbview
 
-
</pre>
 
-
 
-
Creazione degli indici:
 
-
 
-
<pre>
 
-
# cd ..
 
-
# dpkg-scanpackages binary /dev/null | gzip -9c > binary/Packages.gz
 
-
</pre>
 
-
 
-
Il repository locale non verrà visto dal d-i, solo in un secondo momento si potrà accedervi, dopo averlo aggiunto in <code>/etc/apt/sources.list</code>.
 
-
 
-
Il file <code>readme.txt</code> contiene la linea (sostituire MOUNT-POINT-USB con il path dove viene montato il dispositivo USB) da aggiungere alla lista dei repository, come promemoria per quanto detto sopra.
 
-
 
-
<pre>
 
-
# echo "deb file:///MOUNT-POINT-USB/local-repository binary/" > readme.txt
 
-
</pre>
 
-
 
-
trivial repository [http://www.debian.org/doc/manuals/repository-howto/repository-howto.en.html]
 
-
 
-
==Metodo 3==
 
===Requisiti===
===Requisiti===
Prima di intraprendere i successivi passi, accertarsi che le seguenti condizioni siano soddisfatte:
Prima di intraprendere i successivi passi, accertarsi che le seguenti condizioni siano soddisfatte:
Riga 160: Riga 39:
===File necessari===
===File necessari===
-
Per installare una netinst serve aver scaricato un file immagine e la iso netinstall. Entrambi devono essere compatibili con l'architettura del proprio sistema (i386, amd64 etc.)
+
Per installare, ad esempio, una netinst, serve aver scaricato un file necessario a rendere bootabile la pendrive USB e la iso netinstall. Entrambi devono essere compatibili con l'architettura del proprio sistema (i386, amd64 etc.)
-
; Lenny (i386):[http://ftp.nl.debian.org/debian/dists/lenny/main/installer-i386/current/images/hd-media/boot.img.gz boot.img.gz]<br/> [http://cdimage.debian.org/cdimage/archive/5.0.10/i386/iso-cd/debian-5010-i386-netinst.iso netinst.iso]
+
-
; Lenny (amd64):[http://ftp.nl.debian.org/debian/dists/lenny/main/installer-amd64/current/images/hd-media/boot.img.gz boot.img.gz]<br/> [http://cdimage.debian.org/cdimage/archive/5.0.10/amd64/iso-cd/debian-5010-amd64-netinst.iso netinst.iso]
+
; Squeeze (i386):[http://ftp.nl.debian.org/debian/dists/squeeze/main/installer-i386/current/images/hd-media/boot.img.gz boot.img.gz]<br/> [http://cdimage.debian.org/debian-cd/current/i386/iso-cd/debian-6.0.5-i386-netinst.iso netinst.iso]
; Squeeze (i386):[http://ftp.nl.debian.org/debian/dists/squeeze/main/installer-i386/current/images/hd-media/boot.img.gz boot.img.gz]<br/> [http://cdimage.debian.org/debian-cd/current/i386/iso-cd/debian-6.0.5-i386-netinst.iso netinst.iso]
; Squeeze (amd64):[http://ftp.nl.debian.org/debian/dists/squeeze/main/installer-amd64/current/images/hd-media/boot.img.gz boot.img.gz]<br/> [http://cdimage.debian.org/debian-cd/current/amd64/iso-cd/debian-6.0.5-amd64-netinst.iso netinst.iso]
; Squeeze (amd64):[http://ftp.nl.debian.org/debian/dists/squeeze/main/installer-amd64/current/images/hd-media/boot.img.gz boot.img.gz]<br/> [http://cdimage.debian.org/debian-cd/current/amd64/iso-cd/debian-6.0.5-amd64-netinst.iso netinst.iso]
===Installazione===
===Installazione===
-
Dopo aver eseguito il download del file immagine e della iso netinstall, accertatevi che il dispositivo USB '''non''' sia montato, quindi eseguire:
+
Dopo aver eseguito il download dei file necessari, accertatevi che il dispositivo USB '''non''' sia montato, quindi eseguire:
<pre>
<pre>
# zcat boot.img.gz > /dev/sdb
# zcat boot.img.gz > /dev/sdb
Riga 179: Riga 56:
per dissipare eventuali dubbi.}}
per dissipare eventuali dubbi.}}
-
Per finire non resta altro che copiare la iso netinstall sulla pendrive.
+
Per finire non resta altro che copiare l'immagine .iso sulla pendrive.
 +
 
 +
= Altri Sistemi Operativi =
 +
Per creare una pendrive bootabile utilizzando altri sistemi operativi, è necessario far ricorso a programmi appositi. In giro per la Rete se ne trovano tanti e molti sono anche gratuiti.<br/>
 +
Uno di questi potrebbe essere, ad esempio, [http://unetbootin.sourceforge.net/ UNetbootin]. Il programma è rilasciato sotto licenza GPL ed è prelevabile e utilizzabile gratuitamente su piattaforme GNU/Linux, Windows e MAC.
{{Autori
{{Autori
|Autore = [[Utente:Fr4nc3sc0|Fr4nc3sc0]]
|Autore = [[Utente:Fr4nc3sc0|Fr4nc3sc0]]
 +
|Estesa_da
 +
:[[Utente:S3v|S3v]] 11:37, 30 giu 2012 (CEST) (Altri S.O.)
 +
|Verificata_da
 +
:[[Utente:S3v|S3v]] 11:37, 30 giu 2012 (CEST)
 +
|Numero_revisori=1
}}
}}
-
 
[[Categoria:Installazione]]
[[Categoria:Installazione]]

Versione delle 10:37, 30 giu 2012

Installazione

Preparazione

Procedura generale

Casi specifici

Altro



Debian-swirl.png Versioni Compatibili
Tutte le versioni supportate di Debian

Indice

GNU/Linux

Metodo 1

A partire da Debian 6.0 (Squeeze), la procedura di boot da dispositivo USB è stata ulteriormente semplificata. Questo consentirà, a chi volesse installare Debian, di impartire un unico comando per la creazione di una pendrive bootabile.
Quello che verrà descritto è il metodo più veloce, facile e consigliato per installare Debian da dispositivo USB; per applicarlo è necessario già avere Debian (o altra distribuzione) installata sul proprio sistema.

È sufficiente scaricare un'immagine .iso (primo CD/DVD, netinst o business-card, vedi la guida Installare Debian), accertarsi che la pendrive non sia montata e che la sua capacità sia tale da contenere l'immagine. Quindi basta un:

# dd if=/path/dell/immagine/nome_immagine.iso of=/dev/sdb

e ritrovarsi una pendrive bootabile per installare Debian.

Warning.png ATTENZIONE
Il precedente esempio riguarda una pendrive riconosciuta come "sdb". Accertatevi di inserire il device corretto poiché il precedente comando cancella ogni dato presente sul dispositivo.

Utilizzare il comando:

# fdisk -l 

per dissipare eventuali dubbi.


Warning.png ATTENZIONE
Usando questo metodo ibrido, può succedere che il supporto USB sia memorizzato come CD/DVD per cui dopo l'installazione si riceve un errore nel riconoscimento dei supporti USB, per risolvere: editare il file /etc/fstab.
# nano /etc/fstab 

ed eliminare la riga relativa al pseudo CD/DVD. Facendo ciò i supporti USB verranno riconosciuti correttamente


Metodo 2

Info.png Nota
La seguente descrizione è obsoleta benché ancora funzionante. È consigliato utilizzare il primo metodo.


Requisiti

Prima di intraprendere i successivi passi, accertarsi che le seguenti condizioni siano soddisfatte:

File necessari

Per installare, ad esempio, una netinst, serve aver scaricato un file necessario a rendere bootabile la pendrive USB e la iso netinstall. Entrambi devono essere compatibili con l'architettura del proprio sistema (i386, amd64 etc.)

Squeeze (i386)
boot.img.gz
netinst.iso
Squeeze (amd64)
boot.img.gz
netinst.iso

Installazione

Dopo aver eseguito il download dei file necessari, accertatevi che il dispositivo USB non sia montato, quindi eseguire:

# zcat boot.img.gz > /dev/sdb

se la pendrive è stata riconosciuta come "sdb", altrimenti inserire il device appropriato.

Warning.png ATTENZIONE
Accertatevi di inserire il device corretto poiché il precedente comando cancella ogni dato presente sul dispositivo.

Utilizzare il comando:

# fdisk -l 

per dissipare eventuali dubbi.


Per finire non resta altro che copiare l'immagine .iso sulla pendrive.

Altri Sistemi Operativi

Per creare una pendrive bootabile utilizzando altri sistemi operativi, è necessario far ricorso a programmi appositi. In giro per la Rete se ne trovano tanti e molti sono anche gratuiti.
Uno di questi potrebbe essere, ad esempio, UNetbootin. Il programma è rilasciato sotto licenza GPL ed è prelevabile e utilizzabile gratuitamente su piattaforme GNU/Linux, Windows e MAC.




Guida scritta da: Fr4nc3sc0

Swirl-auth40.png Debianized 40%

Estesa da:
Verificata da:

Verificare ed estendere la guida | Cos'è una guida Debianized

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Risorse
Strumenti