XGL e Beryl su KDE con schede ATI

Da Guide@Debianizzati.Org.

Emblem-important.png Attenzione. Questa guida è obsoleta. Viene mantenuta sul Wiki solo per motivi di natura storica e didattica.
Questa guida risulta obsoleta: negli ultimi mesi il progetto Beryl è tornato alla fusione con Compiz e il server XGL appare ormai sovrastato da AIGLX. Con la prossima uscita dei driver ATI 8.42, che finalmente supporteranno AIGLX, la guida verrà aggiornata per supportare il nuovo Compiz Fusion.


Indice

Intro

In questa guida è spiegato come far girare l'accoppiata XGL+Beryl su di un debian Testing, utilizzando schede ATI.

AVVISO: può darsi che il sistema risulti instabile. FATE TUTTO A VOSTRO RISCHIO E PERICOLO.

Passo 0: il mio computer

Ecco dove ho ottenuto il desktop 3D:

Passo 1: installare i driver ATI e ottenere l'accelerazione 3D

Si può tranquillamente seguire la guida Installazione driver proprietari Ati

Solo un consiglio; prima di installare i driver controlliamo di non avere moduli del driver vecchi:

# module-assistant search fglrx

Se otteniamo un risultato del tipo:

fglrx-kernel-source (source package not installed):
– Binary package(s) for kernel(s):
+ (2.6.17.3): fglrx-kernel-2.6.17.3_8.27.10-1+10.00.Custom_i386.deb

Diamo un bel

# module-assistant purge fglrx  --force

Una volta installato e configurato il driver disabilitiamo Composite perché fglrx non lo supporta con Dri: editiamo il file /etc/X11/xorg.conf con un qualsiasi editor (ad esempio Kate) e alla fine aggiungiamo le righe:

Section "Extensions"
Option "Composite" "0"
EndSection

Se l’installazione è andata a buon fine e se abbiamo l’accelerazione 3D possiamo passare a Xgl e Beryl.

Passo 2: installazione di XGL e beryl

Possiamo trovare Xorg nei repository Debian Testing mentre Xgl e Beryl sono reperibili da repository per Ubuntu.

Aggiungiamo quindi i repository nel file /etc/apt/spurces.list copiando queste righe (come si può notare ho utilizzato Ubuntu Dapper, forse si può usare anche Edgy, magari si può provare):

###Beryl repositories
deb http://www.beerorkid.com/compiz dapper main
deb http://xgl.compiz.info/ dapper main
deb-src http://xgl.compiz.info/ dapper main

apriamo una console testuale e digitiamo

# wget http://www.beerorkid.com/compiz/quinn.key.asc -O - | sudo apt-key add -

aggiorniamo la lista dei pacchetti con il comando

# apt-get update

e installiamo i pacchetti necessari:

# apt-get install xserver-xgl libglitz-glx1 libgl1-mesa beryl beryl-manager emerald emerald-themes

Passo 3: configurare il tutto

Completata l'installazione è molto comodo creare uno script per poter scegliere se avviare X normalmente o se avviare Xgl con Beryl.

Creiamo, sempre utilizzando un editor qualsiasi, il file xgl.desktop nella cartella /usr/share/xsessions/ e incolliamo:

[Desktop Entry]
Encoding=UTF-8
Name=XGL
Exec=/usr/bin/startxgl.sh
Icon=
Type=Application

Ora dobbiamo creare uno script che faccia partire Xgl, creando il file startxgl.sh nella cartella /usr/bin/

Copiamo e incolliamo (vale per SCHEDE ATI CON KDE):

#!/bin/sh
Xgl :1 -fullscreen -ac -accel xv:pbuffer -accel glx:pbuffer &
sleep 4
export DISPLAY=:1
exec startkde

Salviamo, chiudiamo l'editor e rendiamo lo script avviabile con

# chmod a+x /usr/bin/startxgl.sh

Riavviamo e nel login manager ora possiamo scegliere una sessione XGL (spero funzioni il tutto!).

Passo 4: testare il tutto

Siamo quasi alla fine: è tempo di testare l'installazione Beryl!. Apriamo un terminale e diamo il comando:

# beryl-manager

(andrebbe dato da utente comune ma a me non funzionava, da root invece era tutto ok, in ogni caso se funziona metteremo a posto la cosa in seguito).

Se tutto funziona, si dovrebbe vedere il Beryl splash screen e le finestre diventeranno gommose! Il system tray dovrebbe mostrare l'icona Beryl – una gemma rossa - che si può usare per regolare Beryl ed Emerald, il theme manager. Inoltre fornisce la possibilità di ritorno ad un altro window manager (kwin oppure metacity, per esempio), nel caso Beryl si arresti. Se tutto funziona si può fare in modo che Beryl parta automaticamente per ogni sessione di XGL. Apriamo un terminale e creiamo il seguente symlink:

$ ln -s /usr/bin/beryl-manager ~/.kde/Autostart/beryl-manager

Facendo così Beryl partirà automaticamente senza dover usare il comando beryl-manager.


Se tutto ha funzionato abbiamo un fantastico cubo 3D con il quale stupire noi stessi e gli amici!!!

Materiale consultato

http://www.aldolat.it/2006/11/01/driver-ati-xgl-beryl-su-ubuntu-edgy/

http://www.debianitalia.org/modules/wfsection/article.php?articleid=139

http://wiki.beryl-project.org/index.php/Install/Ubuntu/Edgy/XGL

http://forum.debianizzati.org/viewtopic.php?f=18&t=23011




Guida scritta da: Pliniux

Swirl-auth20.png Debianized 20%

Estesa da:
Verificata da:

Verificare ed estendere la guida | Cos'è una guida Debianized

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Risorse
Strumenti