Smart Boot Manager (SBM): avviare differenti SO

Da Guide@Debianizzati.Org.

Debian-swirl.png Versioni Compatibili
soltanto:
Debian 6 "Squeeze"

Indice

SBM (Smart Boot Manager)

Avviare differenti Sistemi Operativi in maniera semplice

Considerata la capienza degli attuali hard disk, oltre i 100 Giga, viene quasi naturale installare diversi Sistemi Operativi o diverse versioni dello stesso: ad esempio potremmo installare una Debian stabile (Lenny), una testing (Squeeze) o una unstable (Sid), e nello stesso tempo qualche altra distribuzione come Ubuntu o Windows. Come è noto ogni distribuzione, per rendersi avviabile, installa il proprio boot loader nel MBR Master Boot Record riscrivendo il precedente. Fin qui tutto OK, dato che l'ultimo GRUB installato rileva tutti gli altri precedentemente installati, il problema nasce quando si aggiorna il kernel delle distro il cui GRUB è stato riscritto, in quanto non viene inserita la nuova voce, quindi per rendere avviabile "l'altra distro" con il nuovo kernel bisogna editare l'ultimo GRUB inserendo i parametri del nuovo kernel. Come si vede la soluzione c'è ma è abbastanza macchinosa. Per ovviare al problema ci viene incontro SBM. In pratica SBM è un ottimo Boot manager che a differenza di un Boot loader non avvia il kernel, per questo serve un boot loader come Grub

Installare e configurare SBM

Per rendere ancor più comprensibile questa guida userò degli screenshot di una installazione di SBM, su macchina virtuale, per gestire il boot di tre Debian, Lenny, Squeeze e Sid, con lo stesso kernel, ovviamente potrebbero essere altri SO, Windows compreso.


Dopo aver installato la terza distro, Grub si presenta nel modo seguente

Sbm-01.png


Per evitare confusioni ho rinominato le varie voci

Sbm-02.png


Come detto nella premessa se aggiorno il kernel di Lenny o Squeeze, Grub (che è quello di Sid) non si aggiorna e quindi dovrei farlo manualmente tutte le volte. SBM ci risolve il problema, dato che rileva i vari boot loader aggiornati. Per prima cosa bisogna reinstallare i grub nelle partizioni di root /, lo stesso se si installa un nuovo SO con SBM già installato bisogna installare il boot loader nella partizione di root /.


Warning.png ATTENZIONE
Installare il boot loader ( GRUB o LILO ) nella partizione di /root, non nel MBR



Ora procediamo con l'installazione di SBM

 # apt-get install sbm 

una volta installato lo configuriamo per l'installazione sul MBR

 sbminst -t us -d /dev/hda 

ovviamente adattare 'hda' con il proprio device, se tutto va bene avremo

Sbm-03.png


Al riavvio avremo la seguente schermata

Sbm-04.png


Le partizione le troviamo in fondo, per muoverci nel menù usare i tasti Freccia, TAB per accedere al menù generale e Invio per confermare

Sbm-05.png


Per scansionare tutte le partizioni e i boot loader

 ctrl + H 
 ctrl + I

Sbm-06.png


Come si vede sono state rilevate le tre partizioni con Debian - Lenny, Squeeze e Sid

Sbm-07.png


Ora possiamo rinominarle dandogli il nome che vogliamo, tasto F3

Sbm-08.png


Ho rinominato tutte e tre le voci, come si vede

Sbm-09.png


Ora con i tasti ctrl + U sposto le voci come voglio

Sbm-10.png


Col tasto F8 scelgo quale sistema far partire di default e con ctrl + T determino il tempo di visualizzazione di SBM

Sbm-11.png

Per avviare un SO diverso dal predefinito basta muoversi nel menù con i tasti freccia giù/su Per il menù completo basta il tasto Tab

il sito di SBM [1]




Guida scritta da: Xtow

Swirl-auth20.png Debianized 20%

Estesa da:
Verificata da:

Verificare ed estendere la guida | Cos'è una guida Debianized

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Risorse
Strumenti