Old:Installare Emerald Window Decorator su Debian

Da Guide@Debianizzati.Org.

Emblem-important.png Attenzione. Questa guida è obsoleta. Viene mantenuta sul Wiki solo per motivi di natura storica e didattica.

Indice

Introduzione

Emerald è un decoratore di finestre sviluppato congiuntamente al progetto Compiz in grado di gestire le trasparenze e di migliorare l'aspetto del vostro ambiente donandogli un look più moderno.

Questo componente non essendo presente nei repository di Squeeze deve quindi essere scaricato, compilato e installato.

Requisiti

Emerald necessita di Compiz attivo e funzionante per potere essere utilizzato, quindi prima di seguire queste indicazione è utile e consigliato seguire la guida sull'installazione di Compiz.

Preparazione

Per compilare Emerald dovete innanzi tutto accertarvi che tutti gli strumenti per la compilazione siano correttamente installati, come amministratore installate da terminale i seguenti pacchetti:

# aptitude install build-essential checkinstall intltool libxrender-dev libdecoration0-dev libwnck-dev

Sempre da terminale questa volta come utente normale scaricate e scompattate il sorgente di Emerald:

$ wget http://releases.compiz-fusion.org/0.8.8/emerald-0.8.8.tar.gz
$ tar xvzf emerald-0.8.8.tar.gz
$ cd emerald-0.8.8/

Compilazione e installazione

Con la versione 0.8.8 non c'è più bisogno di modificare il codice come avveniva con la 0.8.4 per questo si può passare direttamente alla compilazione. Sempre dal terminale all'interno della cartella emerald-0.8.8 date i seguenti comandi:

$ ./configure --prefix=/usr/local/
$ make

Se tutto è andato correttamente installate Emerald tramite il comodo pacchetto Checkinstall, come amministratore:

# checkinstall

Se doveste ricevere problemi nella fase di creazione del pacchetto non disperate e riprovate in questo modo:

# checkinstall --fstrans=no
Info.png IMPORTANTE
Sembra che installando Emerald in /usr/local/ non crei correttamente i collegamenti alle varie librerie per questo è importante creare manualmente questo collegamento simbolico:
# ln -s /usr/local/lib/libemeraldengine.so.0 /usr/lib/libemeraldengine.so.0


Note sintetiche sull'utilizzo

Per i più impazienti il modo più rapido per provare Emerald è, con Compiz attivo mi raccomando, di lanciare il decoratore da un launcher (per molti sistemi basta la combinazione alt+F2) o dal solito terminale:

$ emerald --replace

Per configurare i temi lanciate il comando:

$ emerald-theme-manager

Oppure cercatelo nel menù del vostro ambiente grafico.

Un metodo per utilizzare permanentemente Emerald, compatibilmente alla guida di Debianizzati, può essere il seguente:

gtk-window-decorator --replace
con la voce:
emerald --replace
Warning.png ATTENZIONE
ricordatevi che se voleste ripristinare il decoratore originale dovrete seguire i punti precedenti all'inverso, quindi se il comando del decoratore fosse diverso da quello indicato in questa guida segnatevelo da qualche parte.


Fusion-Icon

Il metodo che preferisco per gestire Compiz ed Emerald è tramite Fusion-Icon, questo metodo però è incompatibile con la guida anche se a mio avviso è più pratico.
Poniamo conto che abbiate seguito le indicazioni di Debianizzati sino alla voce Riconfigurazione della scheda video alternativamente ai passaggi successivi si può usare quest'altro sistema: si lancia Fusion-Icon dal menù e apparirà l'icona sulla tray da qui tramite tasto destro trovate un piccolo centro di controllo in cui gestire tutto quello che occorre.

CompizFusionIcon?action=AttachFile&do=get&target=fusionicon.png

Le voci sono abbastanza intuitive, le elenco solo sinteticamente:

Una volta completate le vostre scelte per renderle permanenti basta inserire in avvio la voce fusion-icon tramite gli strumenti messi a disposizione dal vostro ambiente grafico.

Crediti

Parte di questa guida è basate sulle indicazioni ricavate da questo blog




Guida scritta da: Danielsan 01:30, 25 feb 2011 (CET)

Swirl-auth20.png Debianized 20%

Estesa da:
Verificata da:

Verificare ed estendere la guida | Cos'è una guida Debianized


Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Risorse
Strumenti