Exim: utilizzo e configurazione

Da Guide@Debianizzati.Org.


MTA n00b
Banner e-zine.png
La prima e-zine italiana sul mondo Debian

In questo articolo verranno descritte le procedure per la creazione di un sistema di gestione della posta elettronica attraverso Exim.

L’installazione di default di una distribuzione GNU/Linux presenta di norma almeno un MTA, cioè un Mail Transfer Agent. L’MTA è un servizio che si occupa di ricevere e di spedire la posta elettronica per tutti gli utenti presenti sul dominio del sistema. In molti avranno di certo sentito parlare di Sendmail, il primo e più famoso MTA in ambiente UNIX e magari anche del MTA che di norma una distribuzione Debian installa di default, exim4, solo due citazioni di un elenco davvero molto lungo.
Assieme a exim4 sempre di default troviamo anche
mailx (pacchetto bsd-mailx) che citando dalla descrizione è: «il tradizionale programma di posta elettronica a riga di comando. Anche se non lo si usa, potrebbe essere richiesto da altri programmi».
Un MTA si avvia di norma assieme al sistema e rimane in ascolto in attesa di fare il suo lavoro che, almeno in apparenza, è molto semplice e consiste nel ricevere e spedire posta elettronica, sia in locale sia in remoto.
L’MTA presente di default in Debian è exim4 in versione light (exim4-daemon-light e dipendenze). L’aggettivo "light" è molto significativo perché un MTA è di norma un servizio pesante e molto complesso da gestire, di certo sovradimensionato rispetto all’uso che la maggior parte degli utenti ha bisogno di farne. Da notare anche che Debian ha scelto exim4 perché molto più leggero e facile nella configurazione rispetto al classico sendmail.

Tratto dalla e-zine di Debianizzati.org
Link agli articoli:
Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Navigazione
Risorse
Strumenti